Esercitazione "Final Cut 2020"

(di Stato Maggiore Esercito)
03/06/20

L'8° reggimento alpini, nella settimana dal 25 al 29 maggio ha concluso il percorso addestrativo di approntamento finalizzato al conseguimento della Full Operational Capability per l'impiego in teatro operativo.

L'esercitazione a fuoco "Final Cut 2020", condotta in uno scenario di minaccia CBRN, ha visto impegnati, oltre al comando dell'8° reggimento alpini e al Comando del battaglione "Tolmezzo", la 115^ compagnia Supporto alla Manovra, con il plotone mortai pesanti e la squadra tiratori scelti. L'esercitazione, svolta in due fasi, presso il poligono occasionale del Monte Bivera e presso le aree addestrative di Gemona del Friuli ha visto impegnati complessivamente oltre duecento alpini del reggimento che, nel rigoroso rispetto delle vigenti disposizioni in materia di contenimento del COVID-19, hanno condotto tutte le attività a fuoco in condizioni di sicurezza, alternandosi in modo da limitare la presenza contemporanea nelle diverse aree addestrative.

Tutti gli uomini e le donne dell'Ottavo Alpini hanno dato ottima prova di sè, raggiungendo gli obiettivi addestrativi prefissati. Degna di particolare menzione è però la scuola tiri mortai pesanti, condotta il 26 maggio alla presenza del comandante della brigata alpina "Julia", generale di brigata Alberto Vezzoli e del comandante dell'ottavo alpini, colonnello Franco Del Favero. Si è trattato di un'attività dove esperti mortaisti si sono affiancati a commilitoni al "battesimo del fuoco".

Il reggimento ha anche condotto la prova autovalutativa CBRN ed è stato proprio al plotone mortai ad essere attivato. Alle 10.47 è arrivato al posto comando l'allarme CBRN, subito diramato allo schieramento mortai. Tutto il personale ha indossato le maschere NBC e, in pochi secondi, tutto il personale era perfettamente protetto continuando a operare per mettere in batteria i mortai da 120 mm mentre il nucleo CBRN di reggimento ha iniziato con i calcoli della contaminazione. Alla fine l’esercitazione si è conclusa con straordinaria precisione da personale in completo assetto CBRN.

A termine della scuola tiro, tutto il personale di è recato presso la caserma "GOI - PANTANALI" in Gemona del Friuli, dove erano attesi dagli specialisti dei nuclei di decontaminazione che avevano allestito una "striscia di decontaminazione operativa" per personale e i mezzi. La stanchezza sui volti sotto le maschere NBC non riusciva però a nascondere la soddisfazione di aver fatto un qualcosa di unico, a coronamento di tante giornate di addestramento e di tanta fatica spesa negli ultimi mesi.

rheinmetal defence