Cambio al comando del 3° REOS

(di AVES)
29/08/22

Presso l’Aeroporto “Fabbri”, alla presenza del comandante dell’Aviazione dell’Esercito, generale di divisione Andrea Di Stasio, si è svolta, lo scorso 26 agosto, la cerimonia di avvicendamento al comando del 3° Reggimento Elicotteri Operazioni Speciali “Aldebaran” tra il colonnello Loreto Bolla, cedente e il colonnello Gianpaolo Rapposelli, subentrante.

Tra le autorità militari, civili e religiose, alla cerimonia era presente il sindaco di Viterbo, Chiara Frontini, a testimonianza del forte legame che unisce l’Aviazione dell’Esercito alla città che la accoglie.

Sotto la guida del colonnello Bolla, il reggimento ha portato a termine missioni addestrative e operative, sia a carattere nazionale sia internazionale, assicurando quotidianamente equipaggi e aeromobili per il pronto intervento nazionale e i piani di contingenza.

“Sono fiero del lavoro che abbiamo svolto. Il REOS, quale componente elicotteri per Operazioni Speciali dell’Esercito Italiano, è un’unità di recente istituzione, ma proiettata al futuro, soprattutto alla luce degli scenari geopolitici che si sono concretizzati di recente.

Abbiamo raggiunto importanti traguardi assicurando il nostro contributo per garantire la manovra terrestre nella e dalla Terza Dimensione. È stato un onore servire il Paese tra le fila del REOS, nella Famiglia Azzurra dell’Aviazione dell’Esercito. Auspico che gli uomini e le donne del REOS siano sempre pronti a ripagare la fiducia della Comunità”.

Queste le parole, cariche di commozione, del colonnello Bolla che andrà a ricoprire un nuovo incarico presso lo stato maggiore dell’Esercito.

Il momento più solenne della cerimonia è stato il passaggio della Bandiera di Guerra dalle mani del colonnello Bolla, che l’ha custodita, onorata e servita per circa tre anni, a quelle del Colonnello Rapposelli.

È poi intervenuto il comandante dell’Aviazione dell’Esercito che, dopo aver elogiato il colonnello Bolla per l’ottimo lavoro svolto, ha rivolto, al neo comandante un augurio di buona fortuna.

rheinmetal defence