14 medaglie targate Marina Militare agli Europei di nuoto Roma 2022

(di Marina Militare)
23/08/22

Dopo 11 giorni di gare tra la piscina più bella del mondo, il Foro Italico e le acque mosse di Ostia, ieri si è conclusa la 36esima edizione dei Campionati Europei nuoto di Roma 2022.

“Ogni medaglia si porta dietro sacrifici enormi", questo il commento del presidente della Federazione Italiana nuoto dopo i risultati storici ottenuti in questi giorni indimenticabili: l'Italia è prima nel medagliere europeo!

14 sono medaglie targate Gruppo Sportivo Marina Militare!

Le atlete del nuoto artistico, sc 2^ cl Linda Cerruti, sc 2^ cl Costanza Ferro, sc 3^ cl Gemma Galli, sc 3^ cl Costanza Di Camillo e sc. Marta Murru hanno fatto emozionare l'intero Stadio raggiungendo punteggi migliori di sempre, sintomo di una forte crescita tecnica che ha permesso loro di salite sul podio ben 7 volte, prima con la medaglia d'argento  nell'esercizio a squadra tecnico, libero combinato e highlights e con Linda Cerruti nel solo tecnico e nel solo libero, poi con la medaglia di bronzo Linda Cerruti e Costanza Ferro rispettivamente nel duo libero e nel duo tecnico.

Nel nuoto in vasca, il sc. Stefano Di Cola è il 1° frazionista nella 4x200 stile libero che ottiene la medaglia d'argento all'apertura dei Campionati e torna a salire sul podio con quella di bronzo nella 4x200 stile libero mista (UOMINI-DONNE), concludendo con un sesto posto nella gara individuale dei 200 stile libero.

Dal nuoto passando alla vasca dei tuffi, il sc 3^ cl Lorenzo Marsaglia è il nuovo campione europeo dal trampolino 3 metri, sulla scia aggiunge al collo altre due medaglie d'argento prima nel trampolino da 1 metro e poi da 3 metri sincro. Non da meno è sc. Sara Jodoin Di Maria, anche lei è la nuova campionessa d'Europa nel mixed team event e vice campionessa europea nella piattaforma sincro misto.​

Le gare si concludono con una mancata medaglia di bronzo nella 25km di fondo per il sc 2^ cl Matteo Furlan che, pur avendo mantenuto la posizione di testa in una gara difficile fino a 17km, ha visto l'annullamento della gara per le avverse condizioni del mare.

I complimenti a tutti gli atleti che con i loro sacrifici silenziosi hanno fatto emozionare 55mila persone sugli spalti e tutto il pubblico da casa, arrivano anche dal presidente del Gruppo Sportivo, il c.v. Fabio Livraghi, senza però dimenticare il grande e indispensabile lavoro del dietro le quinte dei tecnici Marina Militare e del Centro Sportivo Agonistico di Tor di Quinto.

rheinmetal defence