Gli 'Stendardi' francesi volano in Argentina: Buenos Aires acquista i Super Etendard dell'Aéronavale

(di Davide Bartoccini)
07/10/17

Nessun profilo stealth; abitacolo essenziale, ala a freccia tipica degli anni di progettazione e sulla fusoliera l’ultimo vero schema ‘mimetico’ che è decollato (e che decollerà mai) da un vettore della NATO per compiere missioni in prima linea. Il quasi ‘romantico’ Super-Etendard Modernisé (SEM), caccia da attacco al suolo monorotore imbarcato dall’Aéronavale entrato in servizio nel 1978, è stato ufficialmente ritirato dal servizio in Francia il 12 luglio 2016, ma continuerà a volare riunendosi con i suoi vecchi compagni d’oltre oceano che ingaggiarono le unità e i Sea Harrier di sua Maestà britannica nella Guerra delle Falkland.

Dopo le ultime sortite condotte dal ponte della portaerei nucleare Charles De Gaulle sulla Siria, nell’Operation Chammal, gli otto SEM S.5 - ultimo aggiornamento del jet prodotto dalla Dassault-Breguet Aviation - sono stati dismessi, ma era già noto l’interesse del governo argentino che desiderava integrare gli ‘Stendardi’ francesi nella sua Aviación Naval Argentina (ANA).

Ora è ufficiale che, in seguito a diversi mesi di negoziati tra Buenos Aires e Parigi, il 5 ottobre 2017 è stato siglato per quattordici milioni di euro l’acquisto di 5 Super-Etendard Modernisé nel loro ultimo aggiornamento (seriali 1, 31, 41, 44 e 51), all’interno di un pacchetto che comprende anche dieci motori aeronautici a turbogetto Snecma Atar 8K50 (motori montati dal jet in questione), ricambi, documentazione e simulatori di volo per l’addestramento dei piloti che vi verranno destinati.

I cinque SEM saranno destinati alla Base Aeronaval Comandante Espora (BACE) sulle coste orientali dell’Argentina, dove si trova l'Escuadra Aeronaval N° 3 e la 2° Escuadrilla Aeronaval de Caza y Ataquecon con suoi vecchi SEM.

L'Aviación Naval Argentina ha ricevuto dalla Avions Marcel Dassault-Breguet Aviation una flotta di 14 Super-Etendard nel 1981 e li ha immediatamente utilizzati nel ’82 durante la guerra per le isole Falkland combattuta contro il Regno Unito. I jet, che conseguirono diversi successi con l’impiego di missili antinave AM-39 Exocet: affondando il cacciatorpediniere HMS Sheffield e la nave da trasporto Atlantic Conveyor, oltre che nei brevi confronti con gli Harrier soprannominati ‘Muerte Negra’, divennero estremamente popolari nel paese ma dal 2001 sono a terra per mancanza di parti di ricambio e addestramento dei piloti dell’ANA.

Tutti gli Etendard francesi, commissionati nella loro ultima tranche alla Dassault, sono dotati dei visori notturni (NVG), dell’integrazione per impiego di bombe laser-guidate Paveway e degli aggiornamenti di sistemi di navigazione e d’attacco.

rheinmetal defence