Kuwait, EFA 2000: ennesimo rinvio per l'acquisizione di 28 Typhoon

(di Davide Bartoccini)
02/02/16

Il Kuwait ha rimandato nuovamente la firma del contratto per l’acquisto di 28 caccia Eurofighter destinati alla propria Air Force. Il motivo della posticipazione è stato additato a motivi «procedurali».

Lo scorso settembre Italia e Kuwait avevano siglato un primo memorandum d’intesa per la fornitura degli aerei che attendeva solo di essere formalizzato con la firma del contratto definitivo il 29 di novembre. La formalizzazione del contratto slittò a metà dicembre per poi essere fissata a data da definirsi. I continui ritardi sono stati causati principalmente da divergenze riguardanti il luogo di addestramento dei piloti kuwaitiani (che probabilmente verranno addestrati in Italia) e dalla questione dei missili che dovrebbero armare gli apparecchi acquistati. A seguito di questa ultima posticipazione, dovuta essenzialmente a «problemi procedurali interni» da parte del Kuwait, non è stata fissata alcuna data per la formalizzazione del contratto.

ll contratto con il Kuwait, che pagherebbe al consorzio Eurofighter 7,5 miliardi di euro di cui il 50% andrebbe a Finmeccanica, è stato soprannominato "Il contratto della vita" per il gruppo industriale italiano e gli analisti lo considerano uno dei maggiori eventi borsistici per il titolo FNC degli ultimi tempi. La partecipazione italiana all'interno del consorzio europeo oggi copre il 36% delle quote. Questo per merito dell'acquisizione delle quote di Alenia Aermacchi e Selex ES dopo il varo di One Company: la società unica in campo di Aerospazio, Difesa e Sicurezza voluta da Finmeccanica.

Ad oggi la Kuwait Air Force ha schierati 32 caccia multiruolo F/A-18C e D prodotti dalla Boeing, cosegnati ed entrati in servizio nel 2008. Le due tranche previste potrebbero integrare o gradualmente sostituire la difesa aerea del piccolo stato arabo.

(Foto: web)

rheinmetal defence