Armi laser: distrutti obiettivi in condizioni di vento e nebbia

07/09/14

Boeing e l'esercito americano hanno verificato le capacità dell'High Energy Laser mobile Demonstrator (HEL MD) in ambiente marino, ingaggiando con successo una varietà di bersagli aerei presso la base dell'air force di Eglin in Florida.

"In condizioni atmosferiche di vento, pioggia e nebbia, l'attività con un laser da 10 kilowatt è stata fino ad oggi la più difficile", ha dichiarato Dave DeYoung, direttore del Boeing Directed Energy Systems. "Come dimostrato al poligono missilistico di White Sands in New Mexico nel 2013 e presso la base di Eglin questa primavera, HEL MD è affidabile ed in grado di acquisire, monitorare ed attaccare obiettivi in ​​ambienti differenti, dimostrando la validità militare dei sistemi ad energia diretta".

Nelle dimostrazioni più recenti, HEL MD ha utilizzato un laser ad alta energia da 10-kilowatt installato su un veicolo militare tattico Oshkosh. Il dimostratore è la prima piattaforma laser ad alta potenza anti-razzo, anti-artiglieria ed anti-mortaio (C-RAM) ad essere stata costruita e presentata dall'esercito americano. 

"Con funzionalità quali quelle dell'HEL MD, Boeing sta dimostrando che le tecnologie ad energia diretta possono accrescere le prestazioni fornite dalle armi cinetiche esistenti ed offrire una significativa riduzione del costo per colpo", ha aggiunto DeYoung. "Con il solo costo del gasolio, il sistema laser può sparare ripetutamente senza sprecare preziose munizioni o manodopera supplementare".

Durante le ultime due serie di prove sarebbero stati ingaggiati con successo oltre 150 bersagli aerei, tra cui colpi da mortaio da 60 millimetri e veicoli aerei senza equipaggio (UAV). Il prossimo passo sarà quello di installare un laser da 50 o 60 kilowatt su HEL MD per verificare le capacità antimortaio ed anti-UAV al nuovo, tatticamente rilevante, livello di potenza.

Fonte: Boeing

rheinmetal defence