Strade Sicure: cambio in Toscana

(di Stato Maggiore Esercito)
16/06/20

Dalla mezzanotte di venerdì 12 giugno il comando del raggruppamento Toscana nell'ambito dell'operazione “Strade Sicure” è transitato sotto la responsabilità del reggimento Savoia Cavalleria (3°) a guida del colonnello Ermanno Lustrino e con sede nella città di Grosseto.

Dal 18 dicembre dello scorso anno, il 187° reggimento Paracadutisti Folgore, sotto il comando del colonnello Nicola Mandolesi, ha diretto le operazioni a supporto delle Forze dell'Ordine nel territorio toscano schierando circa 240 soldati nelle aree metropolitane di Firenze, Pisa e Livorno, assicurando il presidio di obiettivi sensibili con compiti di pattugliamento, perlustrazione e controlli.

Nell’attuale situazione emergenziale determinata dal COVID-19 i soldati impiegati sul territorio hanno adottato tutte le predisposizioni sanitarie previste dai decreti governativi in materia di relazioni sociali al fine di salvaguardare la propria e l’altrui incolumità.

Hanno contribuito allo sforzo operativo del Raggruppamento Toscana, basato sul 187° reggimento “Folgore” con la sua sala operativa schierata presso la Caserma Vannucci a Livorno, i paracadutisti del 183° reggimento “Nembo” con sede a Pistoia, del Reparto Comando della Brigata Paracadutisti “Folgore”, del Comando delle Forze Operative Speciali, del 9° reggimento Incursori Paracadutisti e del 185° Raggruppamento Acquisizione Obiettivi, oltre che del 7° reggimento "Vega" dell'AVES ed un plotone dell'Aeronautica Militare.