“Lancieri di Novara” in addestramento

(di Stato Maggiore Esercito)
18/03/21

Si è conclusa un’intensa fase addestrativa condotta dal reggimento Lancieri di Novara (5°), della 132^ brigata corazzata “Ariete”, impegnato nell’approntamento del proprio gruppo squadroni per l’impiego in operazioni internazionali all’estero.

Le attività, svolte nel rigoroso rispetto delle misure di prevenzione e contenimento del contagio da COVID-19, si sono sviluppate nella condotta di un’esercitazione in ambiente warfighting presso l’area addestrativa della Comina e di un’esercitazione a fuoco nel comprensorio del Cellina-Meduna, dove sono state impiegate le principali piattaforme da combattimento (Blindo armata “Centauro” e Veicolo Tattico Leggero Multiruolo “Lince”) in attività tattiche di ricognizione, di difesa di posizioni e di sicurezza e protezione.

Tutte le fasi esercitative sono state contestualizzate all’interno di uno scenario “real”, che ha consentito di sfruttare al meglio gli appigli tattici offerti dal terreno per la protezione, la copertura e l’effettuazione del tiro.

All’addestramento hanno preso parte anche gli assetti del reggimento inseriti nel pacchetto di forze in prontezza operativa per l’esigenza JRRF (Joint Rapid Reaction Force) della NATO, i quali hanno potuto sviluppare la pianificazione e la condotta di un’attività volta alla predisposizione di un settore di schieramento controcarri, affinando le procedure operative in chiave combined arms con assetti del 10° reggimento genio guastatori di Cremona.

Il comandante della 132^ brigata corazzata “Ariete”, generale di brigata Roberto Banci, al termine delle attività ha espresso il proprio apprezzamento per il buon risultato addestrativo conseguito, sottolineando l’importanza di queste esercitazioni per il mantenimento e il potenziamento delle capacità operative delle unità che sono chiamate ad affrontare scenari d’impiego sempre più complessi.