Il capo di stato maggiore dell’Esercito in Serbia

(di Stato Maggiore Esercito)
15/04/22

Il capo di stato maggiore dell'Esercito, generale di corpo d’armata Pietro Serino, si è recato nei giorni scorsi in Serbia, per una visita ufficiale incentrata sulla cooperazione tra gli eserciti dei due Paesi.

In tale ambito, il generale Serino ha incontrato il capo di stato maggiore della Difesa, generale Milan Mojsilović, con cui ha affrontato temi quali la partecipazione congiunta all'operazione di mantenimento della pace delle Nazioni Unite in Libano, le attività di addestramento e l'attuale situazione della sicurezza nella regione balcanica, con riferimento alle forze internazionali in Kosovo e Metohija e all'importanza del contingente italiano all'interno di KFOR, per garantire la protezione del patrimonio nazionale, culturale, storico e religioso serbo.

Nel corso dell’incontro, la cooperazione militare bilaterale tra l’Esercito Italiano e quello serbo è stata considerata come intensa, sostanziale e caratterizzata da un costante miglioramento quantitativo e qualitativo, grazie soprattutto alle attività congiunte, che contribuiscono allo sviluppo della fiducia e al miglioramento delle relazioni complessive, incidendo direttamente sull'accrescimento del livello di interoperabilità e delle capacità di entrambe le parti. Il generale Serino, su invito del comandante dell'Esercito, il tenente generale Milosav Simović, ha visitato il comando dell'Esercito a Niš, dove ha assistito ad una dimostrazione delle capacità di alcune unità della 3a brigata delle forze terrestri e della brigata mista di artiglieria.

rheinmetal defence