Giurano i volontari del 235° “Piceno”

(di Stato Maggiore Esercito)
12/04/21

Questa mattina, nella Piazza d'Armi del 235° reggimento addestramento volontari "Piceno", 26 uomini e 24 donne frequentatori del corso di formazione per volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) hanno prestato giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana.

Al cospetto della Bandiera di Guerra del reggimento e alla presenza del comandante della formazione, specializzazione e dottrina dell’Esercito, generale di corpo d’armata Salvatore Camporeale, i volontari hanno gridato “Lo Giuro!” e cantato l’Inno di Mameli.

Il comandante di reggimento, colonnello Igor Torti, nel suo discorso ai giurandi del 4° blocco 2019 ha sottolineato: “il solenne impegno che oggi assumete con fierezza, non solo con la collettività ma soprattutto con la vostra coscienza, richiede una motivazione genuina e tenace, un’abnegazione piena e costante, oltre che una determinata e consapevole passione in ciò che si sta facendo”.

“Per noi soldati, il giuramento è qualcosa che si infonde nei nostri cuori… ha alla base sentimenti profondi di amore per la Patria, di senso del dovere, di coraggio, di rigore morale, di altruismo e di rispetto per il prossimo” queste le parole del comandante del COMFORDOT.

I volontari del 5° scaglione del 4° Blocco 2019, il prossimo 19 aprile lasceranno la “città delle Cento Torri” per raggiungere le unità della Forza Armata dislocate su tutto il territorio nazionale.