Esercito: primo incontro tra COCER e COIR

(di Stato Maggiore Esercito)
05/02/20

Il capo di stato maggiore dell'Esercito, generale di corpo d’armata Salvatore Farina, ha incontrato nei giorni scorsi a Roma, nella sala DIAZ di Palazzo Esercito, la Sezione di Forza Armata del Consiglio Centrale di Rappresentanza e i Consigli Intermedi.

In tale contesto, il generale Farina ha rivolto un indirizzo di saluto ai delegati dei Consigli presenti, rimarcando l'importanza dell'attività svolta dalla Rappresentanza Militare a favore di tutto il personale militare ed evidenziando i risultati che si sono ottenuti con sforzi sinergici; in particolare nell'ambito di un incontro autorizzato tra COCER e COIR è stata svolta un’attività informativa sugli effetti dei recenti provvedimenti di riordino dei ruoli e delle carriere del personale militare.

L'attività è stata un'ulteriore occasione che ha confermato la collaborazione in atto tra la Forza Armata e la Rappresentanza Militare nell'ottica comune di operare per un generale miglioramento di tutte le categorie, anche attraverso un anticipo delle promozioni al grado superiore, un innalzamento dei limiti di età per la partecipazione ai concorsi interni e per la tutela del personale non più idoneo al servizio militare incondizionato.

A testimonianza dell’attenzione posta verso la tutela delle esigenze del personale e rispettive famiglie, il generale Farina ha voluto condividere alcuni dati in merito alle istanze di trasferimento a domanda per i graduati e i militari di truppa, sottolineando come la Forza Armata abbia disposto, in tutto il 2019, più di 2.000 trasferimenti o assegnazioni temporanee in accoglimento delle richieste avanzate, confermando il trend positivo di crescita di tali istanze nel corso degli ultimi 2 anni.
Tra i numerosi temi affrontati dal generale Farina sono emersi: la realizzazione di asili nido, la revisione areale del servizio sanitario, la qualità della vita del personale e il recupero degli alloggi di servizio.

È stato, inoltre, sottolineato quanto l’operazione Strade Sicure continui ad essere un impegno per la Forza Armata, soprattutto per quanto attiene il personale impiegato, per il quale si stanno incrementando iniziative volte a migliorare le condizioni generali del servizio e la situazione alloggiativa, nell’ottica di renderlo sempre più dinamico ed efficiente.

Attenzione elevata anche sull’importante tema dell’adeguamento infrastrutturale, il capo di SME ha infatti sottolineato l’impegno dell’Esercito nel promuovere ogni azione utile a migliorare la situazione alloggiativa dei reparti in operazione e, soprattutto, nelle città dove la situazione è più critica.

“Sono convinto che anche nei prossimi mesi, operando insieme riusciremo a fare sempre di più per il bene dei nostri uomini e donne, della Forza Armata ed essere costantemente pronti per il nostro Paese. Grazie ancora e continuiamo così!".