Esercitazione “Leno 20”

(di Stato Maggiore Esercito)
12/10/20

Conclusa a Vercelli l'esercitazione "LENO 20", simulata in ambiente anfibio e sotto minaccia Chimica, Biologica, Radioattiva e Nucleare (CBRN). L'attività è stata condotta dal reggimento artiglieria a cavallo con personale e assetti dispiegati contemporaneamente nella base logistica di Cascina Pelato, nell'area addestrativa di Candelo Massazza e nella caserma "Scalise".

L'esercitazione ha avuto lo scopo di testare la conoscenza di tecniche e procedure relative all'impiego del reggimento in ambiente operativo, al fine di sviluppare il processo decisionale di pianificazione ed emanazione degli ordini necessari a garantire il supporto di fuoco alla manovra della brigata di cavalleria "Pozzuolo del Friuli".

L'attività si è svolta nel massimo rispetto delle normative tese a limitare la diffusione del contagio da COVID-19 e ha visto lo schieramento del posto comando di reggimento e di una batteria suddivisa in due sezioni con quattro obici FH-70 da 155/39mm.

Le unità sono state coordinate e dirette sul terreno da un posto comando di batteria, mediante collegamenti e sistemi informatici, mentre un nucleo di sorveglianza e controllo del fuoco ha garantito l'osservazione e la gestione tiro, l'acquisizione degli obiettivi e la sorveglianza del campo di battaglia.

In tale contesto, il reggimento ha testato le proprie capacità di difesa CBRN, reagendo a un attacco simulato operato con armi chimiche e assolvendo, al contempo, alla missione assegnata.