Chamlang: alpinisti al campo base in Nepal

(di Stato Maggiore Esercito)
14/04/16

La quarta spedizione del progetto “Vertical Dreams” del Centro Addestramento Alpino di Aosta entra nel vivo.

La spedizione ”Chamlang 2016”, partita dall'Italia il primo aprile ha visto gli alpinisti atterrare a Kathmandu (NEP). I due alpini, dopo aver svolto le necessarie pratiche burocratiche ed aver visitato i bimbi della casa d'accoglienza sostenuta dalla ONLUS valdostana "Sanonani", sono partiti in elicottero alla volta di Lukla, piccolo villaggio a 2860 mt, punto di partenza del trekking d'avvicinamento.

Una volta preparati i bidoni con i materiali, che arriveranno in elicottero direttamente al campo base nei prossimi giorni, il caporal maggiore scelto Marco Farina e il caporal maggiore François Cazzanelli sono partiti giovedì scorso di buon'ora in compagnia di alcuni sherpa e del loro materiale personale.

L'impegnativo trekking d'avvicinamento, lungo quasi 60 km che si sviluppa ad altitudini importanti, come nel superamento del Mera La, passo sul ghiacciaio a quota 5400 mt., ha costretto gli alpinisti ad effettuare più tappe, affinché l'acclimatamento avvenisse in modo regolare e quindi nella maniera più efficace.

I luoghi utilizzati come appoggio durante l’avvicinamento sono stati:

  • Lukla
  • Chutang 3550 mt.
  • Thuli Karka 4200 mt.
  • Khote 3500 mt.
  • Khare 5000 mt.
  • Gompa Digma 4600 mt.

Ora i due militari si trovano ai piedi della parete nord del Chamlang (7319 mt) e sebbene le condizioni del massiccio non siano delle migliori, cercheranno di effettuare qualche ricognizione preventiva al fine di trovare la linea più sicura per la salita di questa impressionante parete di 2000 mt.

rheinmetal defence