Nave Doria condivide esperienze di anti-pirateria nel Golfo di Aden

03/02/15

Alla soglia del settimo mese di attività continuativa lontano dall’Italia, nave Doria ha interagito in tre diverse occasioni, con il gruppo navale cinese, la seconda divisione di scorta giapponese ed il gruppo navale coreano, alcuni dei cosiddetti independent deployers che operano all’interno del Golfo di Aden per garantire la sicurezza della navigazione in un’area strategica internazionale ad altissima densità di traffico mercantile.

Il comandante del gruppo navale coreano Escort Task Group 17, capitano di vascello  Sun-Woo Hwang ed il comandante della Seconda Divisione di Scorta giapponese, capitano di vascello Masatoshi Kashihara sono stati ricevuti a bordo dal contrammiraglio Guido Rando, comandante della task force Atalanta e dal comandante dell’unità, capitano di vascello Angelo Virdis.

L’incontro con il comandante dell’Escort Task Group cinese 547 contrammiraglio Jiang Gouping, è invece avvenuto a bordo della fregata Linyi, sulla quale la delegazione di Eunavfor e di nave Doria si è trasferita con un EH101.

Nel corso di tutti gli incontri è emersa la comune volontà di condividere insegnamenti ed esperienze maturate nell’attività di contrasto alla pirateria nell’area del bacino somalo, dove le unità militari cinesi, coreane e giapponesi sono impegnate principalmente nella scorta dei mercantili lungo l’IRTC, il corridoio di transito consigliato per attraversare il Golfo di Aden.

Il contrammiraglio Rando nell’incontro con il comandante della divisione giapponese, Masatoshi  Kashihara, ha sottolineato come “rafforzare ulteriormente la cooperazione con le forze presenti in area che contrastano il fenomeno della pirateria è la chiave per un duraturo successo”, successo che passa anche attraverso un maggiore impegno nelle attività di Local Maritime Capacity Building (LMCB), con l’obiettivo di rafforzare le capacità degli Stati regionali della zona di operazioni di garantire con propri assetti la sicurezza marittima nell’area.

Gli incontri ed il proficuo scambio di informazioni si sono conclusi con la visita della flagship, nave Andrea Doria, per le delegazioni coreane e giapponesi mentre l’ammiraglio Rando ed il comandante Virdis hanno avuto l’opportunità di visitare la fregata cinese che permarrà nel Golfo di Aden fino ad aprile.

Nave Doria proseguirà l’attività nell’ambito della missione europea Atalanta fino al 13 febbraio quando cederà, dopo oltre 6 mesi, il comando ad un ammiraglio svedese imbarcato sull’unità olandese, Johan De Witt.

Fonte: Marina Militare

rheinmetal defence