Lettonia: training al superamento di ostacoli naturali

(di Stato Maggiore Difesa)
01/05/22

Dopo sette giorni si è conclusa la Complex Terrain Academy (CTA), organizzata e condotta dal Task Group Baltic in favore del battle group multinazionale e di assetti esterni appartenenti alla land forces mechanized infantry brigade lettone (MI BDE) e all'Esercito degli Stati Uniti d'America (US ARMY).

I 44 frequentatori del training, divisi in quattro gruppi eterogenei, hanno ricevuto, da qualificato personale delle truppe alpine dell'Esercito Italiano, in possesso di specifiche capacità alpinistiche e di soccorso alpino militare, di mountain warfare ed ardimento, le nozioni per acquisire le capacità di base necessarie al superamento degli ostacoli naturali in contesti tattici.

Dopo una fase dedicata all'accertamento dei requisiti fisici minimi necessari, il percorso addestrativo si è sviluppato in una parte teorica, tesa ad illustrare l'equipaggiamento e le procedure di sicurezza da osservare nello svolgimento degli esercizi ed in un' altra pratica, durante la quale sono state poste in essere le tecniche di approccio al superamento dell'ostacolo. Svolte, in tale contesto, attività di addestramento al rappelling/fast rope da torre artificiale, a tecniche di acesa e di river crossing con pulley system, supporto utilizzato anche per la simulazione del trasporto del ferito con barella.

L'iniziativa oltre a favorire l’interoperabilità delle componenti del battle group dell'enhanced Forward Presence (eFP Lettonia) e le sinergie con gli enablers delle forze NATO, ha permesso di evidenziare la flessibilità di impiego delle truppe alpine dell' Esercito Italiano, in funzione di come tecniche e abilità peculiari della specialità possano essere utilizzate in contesti contesti tattici diversi da quelli montani.

Il team istruttori impiegato è stato tratto in gran parte da unità della brigata alpina Taurinense con il concorso di elementi  del 17° reggimento artiglieria contraerea "Sforzesca".

rheinmetal defence