Il SACEUR alla task force air italiana in Lituania

17/06/15

​(Šiauliai) Ieri il generale dell'U.S. Air Force Philip M. Breedlove, Supreme Allied Commander in Europe ha incontrato i militari Italiani impegnati nella missione NATO Baltic Air Policing (BAP) di istanza a Siauliai (Lituania), durante una sua visita presso la base aerea.

L'incontro nasce dalla volontà del SACEUR di esprimere il proprio atto di merito indirizzato a tutto il personale italiano che, impiegato dal 1° gennaio 2015 nella Task Force Air (TFA), si distingue per il costante impegno di sorveglianza dello spazio aereo baltico e per gli eccezionali risultati raggiunti dalla TFA italiana nel garantire la sicurezza dei cieli delle tre repubbliche baltiche.

"La Task Force Air ha all'attivo 35 Alpha Scramble oltre a garantire un costante pattugliamento aereo delle aree di pertinenza. Tale servizio è svolto per merito della spiccata professionalità di tutti i militari impiegati nell'operazione che, senza soluzione di continuità, operano garantendo risultati eccezionali" ha affermato il colonnello Vito Cracas, comandante della TFA che successivamente conclude: "La perfetta sinergia con il Comando delle forze aeree lituane e l'efficace coordinamento con la componente norvegese garantiscono un risultato interforze ed internazionale che rappresenta la migliore espressione della capacità NATO di operare in ogni contesto".

Il generale Philip M. Breedlove, dopo aver indossato la patch della TFA, ha passato in rassegna il personale schierato ringraziando personalmente gli uomini e le donne in azzurro. Durante il suo discorso, nel rivolgersi ai militari italiani, si è congratulato con il colonnello Cracas al quale ha espresso il proprio vivo apprezzamento per l'impegno e l'alta professionalità che tutto il personale del TFA dimostra quotidianamente, per la condotta delle operazioni di Air Policing: "thank you for being here and thank you for your excellent job. Grazie mille". Al termine della visita il colonnello Cracas ha illustrato al generale Breedlove il cockpit dell'Eurofighter Typhoon, il quale ha esclamato "now my heart is beating faster".

Ad oggi l'Italia è l'unica nazione della NATO che ha assicurato le attività di Interim Air Policing in tutte e 4 le aree dell'Alleanza che ne hanno fatto richiesta (Slovenia, Albania, Islanda e Repubbliche Baltiche). I piloti dei Typhoon italiani dislocati presso la base di Šiauliai sono stati i primi e per ora gli unici ad ottenere il massimo risultato di efficienza (c.d. "excellent") a conclusione di una visita ispettiva volta alla valutazione dell'efficienza delle forze schierate nell'ambito della missione Baltic Air Policing. Si tratta della prima volta, da quando è stata istituita la missione svolta nell'ambito dell'area di responsabilità del Comando Operativo Alleato della NATO presso Bruxelles (Allied Command Operation, ovvero il Comando della NATO al quale il Military Commitee, il più alto organismo militare della NATO, assegna il compito di dirigere e condurre tutte le operazioni militari).

Fonte: Šiauliai TFA, Lituania - cap. Andrea Lanzilli

rheinmetal defence