Il Commander Submarines NATO visita il Comando Flottiglia Sommergibili

(di Marina Militare)
24/01/20

Dal 13 al 15 gennaio, il c.amm. Andrew Burcher, Commander Submarines NATO (COMSUBNATO), ha visitato il Comando Flottiglia Sommergibili di Taranto

Accolto dal amm. Andrea Petroni (comandante dei Sommergibili della Marina), ha visitato le strutture della Scuola Sommergibili, assistendo a numerose attività addestrative, tra le quali un'esercitazione di fuoriuscita collettiva del personale da un sommergibile sinistrato (Rush Escape) e da garitta (Single Escape), un'attività nel simulatore d'immersione per sommergibili classe Todaro (Submarine Control Simulator), una dimostrazione di impiego della tuta MK11, un'attività di contrasto falla e, in ultimo, un esercizio condotto nel Simulatore Tattico (Submarine Combat Team Trainer) a favore del personale del Smg Romei.

Nel corso della visita sono stati anche illustrati alcuni progetti in corso di sviluppo congiunto con le università di Pisa e di Bari, inerenti importanti software che impiegano l'Intelligenza artificiale nel campo dell'analisi dei segnali acustici e dei Sonar multi-statici.

Il COMSUBNATO ha avuto modo quindi di apprezzare le capacità SMER (Submarine Escape and Rescue) della Marina e le opportunità di addestramento fornite da COMFLOTSOM nel delicato campo della ricerca e salvataggio di un eventuale sommergibile sinistrato, come il nuovo corso sul coordinamento delle forze di soccorso, che verrà offerto quest'anno, per la prima volta, anche alla comunità internazionale, con la partecipazione di diversi ufficiali di Marine straniere.

Il RADM Burcher ha effettuato una visita anche sui sommergibili Todaro e Gazzana, per conoscere da vicino la realtà dei mezzi a disposizione della Marina Militare e dell'Alleanza, mezzi che, come detto dal COMSUBNATO, costituiscono sempre di più un importante assetto operativo e strategico per la NATO.

Ultima tappa della visita il Castello Aragonese, luogo simbolo per eccellenza della città di Taranto.