Avvicendamento al timone di Nave Vespucci

(di Marina Militare)
13/09/22

Ieri, a bordo di Nave Amerigo Vespucci, tornata ieri a La Spezia per una sosta logistica pianificata all’interno dell’intenso programma 2022, si è svolta la cerimonia di passaggio di consegne tra comandanti.

Il capitano di vascello Massimiliano Siragusa ha salutato l’equipaggio definendolo “l’anima e il motore di questo vascello senza tempo” e concluso il suo discorso esortando ad essere “onesti e lungimiranti, senza paura di prendere decisioni e di affrontare il cambiamento”.

Alla cerimonia ha partecipato anche il comandante della prima divisione navale, l’ammiraglio Di Renzo il quale ha affermato che “La nostra vita di marinai si fonda sulla tradizione e sulla trasmissione degli insegnamenti di chi ci ha preceduto. Consegnare questo patrimonio di conoscenze e valori a chi ci sostituisce è un compito importantissimo con il quale ci impegniamo a garantire, nel cambiamento, la continuità.”

L’itinerario percorso quest’anno da Nave Vespucci è iniziato il 23 maggio e si è sviluppato su 18 soste in 16 porti diversi, di cui 7 in Stati esteri, accogliendo un totale di più di 88.000 visitatori e permettendo agli allievi della prima classe dell’Accademia Navale, ora corso Aghenor, di allargare i propri orizzonti professionali e personali nei mesi di luglio e agosto.

Lo spettacolo congiunto pianificato con le Frecce Tricolori davanti a Imperia il 5 giugno, il record di velocità del millennio di 13,1 nodi a vela il 14 agosto e l’incontro con la portaerei USS G. Bush (CVN 77) che il primo settembre, via radio, ha detto “Dopo 60 anni siete ancora la Nave più bella del mondo”, sono solo alcuni degli eventi memorabili che rimarranno nella storia dell’iconico veliero.

L’eredità lasciata nelle mani del nuovo comandante comprende due strumenti di comunicazione, elaborati da un gruppo di lavoro interno, che riassumono la missione, i compiti, lo spirito e le prospettive future.

Il capitano di vascello Luigi Romagnoli, il cui nome verrà presto inciso sulla 124^ riga della targa comandanti, ha affermato “Sono orgoglioso di essere il nuovo comandante, di  questa favola dei mari, fucina di intere generazioni di uomini e donne di mare”.

Il Vespucci ripartirà il 20 settembre per altre 6 settimane di attività che lo vedranno navigare anche fino all’alto adriatico, per visitare Venezia e Trieste, prima di concludere i suoi sforzi rientrando a Spezia il 29 ottobre per iniziare le manutenzioni stagionali.

rheinmetal defence