Quattro trasporti d’urgenza per il 31° stormo

24/07/14

La mattina del 22 luglio, un Falcon 50, in dotazione al 31° stormo di Ciampino, è decollato alla volta di Palermo per poter imbarcare con la massima urgenza un bambino di un solo mese di vita in attesa di essere sottoposto a Roma ad un delicato intervento chirurgico.

L’equipaggio, arrivato a Palermo, ha prelevato il bambino per poi decollare nuovamente per Ciampino.

L’aereo è atterrato alle ore 12:35 a bordo pista dove un’autoambulanza dell’ospedale "Bambin Gesù" di Roma attendeva il piccolo paziente per potergli fornire al più presto le cure necessarie.

Nel corso della notte la sala situazioni dello stato maggiore aeronautica ha nuovamente allertato la sala operativa del 31° stormo. Il Falcon 50 è partito nuovamente questa volta per Brindisi per prelevare una ragazza tarantina di 17 anni in attesa di trapianto per la quale si era reso disponibile un organo presso un nosocomio della capitale.

Cinquanta minuti dopo il rientro a Roma, a seguito di una nuovo ordine da parte della sala situazioni, l'equipaggio è ripartito alla volta di Olbia dove una donna di 39 anni doveva essere prelevata per essere trasportata d’urgenza a Pisa per essere sottoposta ad una delicata operazione chirurgica.

Prima di mettersi in rotta verso Pisa però il Falcon 50 ha fatto scalo all’aeroporto di Cagliari Elmas ed ha imbarcato una bambina di soli 13 giorni in imminente pericolo di vita che dal reparto di terapia intensiva e patologia neonatale dell’ospedale Policlinico di Monserrato doveva urgentemente essere trasferita all'ospedale fondazione "G. Monasterio" di Massa Carrara. Per la fragilità delle sue condizioni, la piccola è stata imbarcata in incubatrice ed oltre alla costante assistenza medica necessitava di ventilatore, bombola di ossigeno, pompe per infusione venosa di farmaci e cardiomonitor, tutti equipaggiamenti che il Falcon 50 è predisposto a supportare. Il velivolo è arrivato a Pisa alle 3:10 dove due ambulanze aspettavano le pazienti per il successivo ricovero nei relativi ospedali ed ha successivamente fatto rientro in base.

Gli aeromobili del 31° stormo di Ciampino sono utilizzati per il trasporto di Stato e per missioni di pubblica utilità, quali il trasporto sanitario d'urgenza di ammalati, di traumatizzati gravi e di organi per trapianti, nonché per interventi a favore di persone comunque in situazioni di rischio. Quest'ultima attività, dato l'imminente pericolo di vita delle persone trasportate, impone un livello di prontezza, ventiquattr'ore al giorno, 365 giorni all'anno.

Fonte: 31° Stormo - Ciampino (RM) - cap. Ida Casetti; Distaccamento Aeroportuale - Brindisi - lgt. Michele Candeloro

rheinmetal defence