La consegna dello spadino alla scuola Douhet

24/11/14

"Acquisite competenze per ciò che aspetta, mettetevi in discussione, siate curiosi, assetati di conoscenza, perché si tratta del vostro futuro, del futuro della nostra Nazione". Così il colonnello Icardi, ha voluto esortare gli allievi, in occasione del suo intervento introduttivo, pronunciato durante la cerimonia della consegna degli Spadini al primo corso della scuola militare aeronautica "Giulio Douhet" di Firenze.

La cerimonia, che ha avuto luogo nell'aula magna dell'istituto lo scorso 21 novembre, ha visto la partecipazione di autorità civili e militari della città di Firenze alla presenza dei familiari degli allievi della scuola.

Il generale di squadra aerea Franco Girardi, comandante delle scuole dell'aeronautica militare e 3^ regione aerea, ha presieduto alla cerimonia di consegna dello "spadino" agli allievi del 1° corso nel suo intervento, si è soffermato sul significato della scelta formativa degli allievi, che rappresenta una scelta: "sana, forte e coraggiosa che li ha portati a far parte della nostra famiglia aeronautica".

La cerimonia è proseguita con la consegna dei premi e delle borse di studio agli allievi che, nell'anno scolastico 2013/2014, si sono distinti per particolari meriti scolastici, militari e sportivi.

Le borse sono state donate dall'associazione arma aeronautica di Milano, dalla signora Miranda Giannetti, vedova "Giancarlo Boncompagni", dall'associazione nazionale dei pionieri dell'aeronautica, dal corpo consolare di Firenze, dalla contessa Mariafede Caproni, dalla nobile famiglia Rotundo, dall'associazione ex allievi e sostenitori della Scuola Douhet, dal dottor Gian Mario Setti Carraio in onore dei fratelli "Giovanni e Albano Carraro", dalla signora Doretta Boretti, presidente della fondazione "Elisabetta e Mariachiara Casini Onlus" e dall'associazione mentoring delle scuole militari.

La consegna dello spadino agli allievi del primo corso - sul quale è incisa la Costellazione dell'Orsa Minore, l'Elica e l'Aquila, simboli dell'aeronautica militare - ha rappresentato il culmine della cerimonia. L'atto dell'affidamento dello spadino costituisce per gli allievi l'impegno a custodire, interiorizzare e trasmettere le tradizioni aeronautiche alle future generazioni che intenderanno intraprendere lo stesso stimolante percorso, ma "ricco di sfide e soddisfazioni".

Gli allievi del corso Iris hanno successivamente consegnato agli allievi del primo corso, "la penna d'oca ed il compasso", simboli dei rispettivi indirizzi di studio, classico e scientifico, unitamente al "librone" sul quale è stato riportato il messaggio augurale al primo anno di studi.

Fonte: Scuola Militare Aeronautica “Giulio Douhet” - Firenze - cap. Antonio D’Avanzo

rheinmetal defence