Grazzanise (CE): conclusa al 9° stormo l'esercitazione Tende e Scaglia 2022

(di Aeronautica Militare)
29/07/22

Si è conclusa presso il 9° stormo di Grazzanise (CE) l'esercitazione "Tende e Scaglia 2022" (TS22), tenutasi dal 11 al 22 luglio 2022, pianificata e condotta annualmente dall'Aeronautica Militare con l'obiettivo di addestrare i reparti della Difesa che operano nel comparto delle "Operazioni Speciali" e mantenere le capacità Special Operations Task Unit (SOTU) e Special Operations Air Task Unit (SOATU) nella condotta di attività di Supporto Aereo alle Operazioni Speciali (SAOS), rafforzando così l'interoperabilità di formazioni composte da aeromobili ad ala rotante e ad ala fissa di differente tipologia, in ambiente sia diurno che notturno.

A sottolineare l'importanza dell'esercitazione, tesa ad incrementare l'operatività e il consolidamento dell'integrazione tra il personale e i vari assetti operanti nell'ambito delle Forze Speciali della Difesa, il capo di stato maggiore dell'Aeronautica, generale di squadra aerea Luca Goretti, ha visitato la base aerea casertana per assistere alle fasi più significative della complessa attività addestrativa, sottolineando l'importanza della componente elicotteristica nelle operazioni, soprattutto in proiezione futura facendo cenno all'innovativa tecnologia Future Vertical Lift (FVL).

Quest'anno la "Tende e Scaglia" è stata federata con l'esercitazione Force lntegration Training (FIT) pianificata e condotta dal Comando Interforze per le Operazioni delle Forze speciali (COFS) comandato dall'ammiraglio di Squadra Paolo Pezzutti che, unitamente al comandante della squadra aerea generale di squadra aerea Alberto Biavati, hanno visitato il 9° stormo durante lo svolgimento dell'esercitazione.

Oltre al 9° e 17° stormo, hanno preso parte all'esercitazione anche altri reparti dell'Aeronautica Militare: la divisione aerea di sperimentazione aeronautica e spaziale (D.A.S.A.S.) di Pratica di Mare (RM), la 46ª brigata aerea di Pisa con i velivoli C130J e C27J, il 3° stormo di Villafranca (VR) con la capacità Forward Arming and Refuelling Point (FARP) e Air Landed Aircraft Refuelling Point (ALARP), il 6° stormo di Ghedi (BS) con velivoli Tornado, il 14° stormo di Pratica di Mare (RM) con il velivolo CAEW, il 32° stormo di Amendola (FG) con assetti MQ9, il 36° stormo di Gioia del Colle (BA) con velivoli Eurofighter e il 60° stormo di Guidonia (RM) con velivolo SIAE208.

Inoltre, hanno partecipato all'esercitazione anche assetti di altre Forze Armate quali il 3° reggimento elicotteri per le operazioni speciali "Aldebaran" (REOS) con gli elicotteri CH 47 e NH 90, il 185° reggimento ricognizione acquisizione obiettivi (RRAO) e il 4° reggimento alpini paracadutisti (Ranger) dell'Esercito Italiano e il reparto eliassalto (REA) della Marina Militare con un elicottero NH 90.

Oltre ad addestrare la capacità degli equipaggi nel pianificare e condurre le missioni attraverso l'utilizzo di tecniche di volo specialistiche, la TS22 ha consentito altresì di testare ed elevare ulteriormente il livello di addestramento del personale nell'ambito della Logistica Operativa,  in termini di integrazione, tempestività, efficienza ed efficacia d'intervento per tutte le operazioni in cui la Difesa può essere chiamata a intervenire, sia in territorio nazionale che nelle operazioni militari all'estero.

La 1ª brigata aerea operazioni speciali dell'Aeronautica Militare ha il compito di assicurare la qualifica e l'addestramento, basico ed avanzato, delle forze di superficie ed aeree alle sue dipendenze, al fine di integrare le componenti di Forza Armata dedicate alle operazioni speciali e di predisporre e approntare pacchetti capacitivi da mettere a disposizione dell'Aeronautica Militare e del Paese, con capacità complete di pianificazione ed attuazione di operazioni speciali e convenzionali, sia in contesto nazionale sia internazionale, perfettamente integrabili con le capacità espresse dalle altre Forze Armate del Paese e della NATO.

rheinmetal defence