Giubileo Lauretano: concluse le celebrazioni per il Centenario della proclamazione della Madonna di Loreto

(di Aeronautica Militare)
10/12/21

È stata celebrata nella mattinata di oggi, 10 dicembre 2021, presso la Basilica di San Pietro a Roma, la solenne celebrazione in onore della Beata Vergine Lauretana, Patrona degli Aeronauti. La funzione religiosa è stata officiata da s.e. mons. Santo Marcianò, ordinario militare per l'Italia, ed ha visto la partecipazione del capo di stato maggiore dell'Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Luca Goretti, delle autorità politiche e militari della Difesa, di una rappresentanza del personale militare e civile di tutti gli enti dell'Aeronautica Militare.
La cerimonia, che ha preceduto la chiusura della Porta Santa presso il Santuario di Loreto, nel pomeriggio, ha sancito la conclusione del Giubileo Lauretano, l'Anno Santo promosso per il centenario della proclamazione della Vergine Lauretana a patrona degli aeronauti, avvenuta il 24 marzo 1920.

“Cari militari il tempo giubilare si è inserto nelle vostre quotidianità ed ha portato ancora più alla luce le cose straordinarie affidate all’Aeronautica Militare.” le parole di mons. Marcianò nel corso della celebrazione, che ha poi aggiunto “il vostro mandato nell’imporsi della pandemia è stato straordinario” riferendosi all’impegno dell’Arma Azzurra nel trasferimento dei malati, nel trasporto dei medicinali e nella custodia e consegna dei vaccini.

Il capo di stato maggiore dell'Aeronautica, al termine della celebrazione presso la Basilica di San Pietro, rivolgendosi al Santo Padre lo ha ringraziato per “l'opportunità concessa di poter celebrare la Celeste Patrona degli Aviatori nella casa di Pietro”. Ha poi aggiunto: "Oggi per noi è una giornata di rilevante importanza, poiché non solo celebriamo la ricorrenza annuale della Santa Vergine di Loreto, ma proprio oggi, in concomitanza con la Festa, si conclude il Giubileo Lauretano che ha rappresentato per noi tutti aeronauti un'occasione di profonde riflessioni in un tempo di difficoltà ed emergenze determinate dalla pandemia".

Il generale Goretti ha poi continuato: "Le Sue illuminate parole, la Sua guida spirituale, il Suo continuo esempio, ci richiamano ad adottare uno stile di vita conforme allo spirito cristiano. Ci hanno aiutato nei momenti più bui e ci sostengono nell'adempimento del nostro dovere con rinnovata fiducia verso un futuro più sereno e ricco di speranza.” 
"Nel pieno dell'emergenza da Covid-19, tutti noi abbiamo voluto raccogliere l'invito di Vostra Santità a 'ripensare la solidarietà' attraverso atti concreti di carità"
 - ha continuato il Capo di SMA. "L'icona della Santa Vergine Maria, Madre Celeste, ha orientato il nostro sguardo e il nostro pensiero al 'Bambino' tra le sue materne braccia. Da questo, ha preso vita "Un dono dal Cielo", l'iniziativa benefica a favore dei bambini e delle loro famiglie che soffrono."
Ha poi concluso dicendo: "Questa giornata rimarrà scolpita nella nostra memoria e La ringrazio ancora a nome di tutti noi per questa eccezionale ed unica occasione. Padre Santo accogliamo all'unisono la sua ricorrente richiesta di pregare per Lei, invochiamo la Sua apostolica benedizione affinché la Beata Vergine Lauretana ci protegga e ci accompagni sempre nella quotidianità e nei nostri voli."

L’evento si è concluso con le parole all’assemblea da parte del Santo Padre, Papa Francesco, che nel suo intervento ha voluto evidenziare come “…questo Giubileo, nel centenario della proclamazione della Madonna di Loreto quale 'Patrona di tutti gli aeronauti', ci ha ricordato che Dio ha creato per noi anche il cielo. Il cielo ci ricorda che siamo fatti anche per volare, non tanto nel senso materiale, ma soprattutto in quello spirituale”. Ha poi aggiunto “Per voi 'volare alto' significa essere operatori di pace, servire la pace sia nelle missioni in volo sia nei servizi a terra, sia in patria sia fuori, in zone di conflitto”.

Durante il Giubileo Lauretano, eccezionalmente esteso a due anni a causa della pandemia da COVID-19, sono state promosse diverse iniziative religiose, solidali e culturali. Tra queste, merita sicuramente una menzione speciale la visita itinerante della Sacra Effige della Madonna di Loreto che nel corso del giubileo è stata custodita in tutte le basi dell’Arma Azzurra, l’emissione di un francobollo celebrativo e l’importante iniziativa benefica “Un dono dal Cielo”.

Alle celebrazioni di questi giorni ha preso parte anche il generale di squadra aerea Alberto Rosso, ex capo di stato maggiore dell'Aeronautica, che nel corso suo mandato ha dato un significativo impulso alle varie iniziative tra cui quella benefica "Un dono dal Cielo".

Proprio a chiusura di tale progetto benefico, si è svolto, nella serata di ieri – giovedì 9 dicembre - l’evento “Un Cielo di Note”, concerto della Banda Musicale dell’Aeronautica Militare presso la sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma. La serata è stata l’occasione per presentare i risultati dell’iniziativa, con oltre 600.000 euro raccolti ed equamente devoluti, con il supporto dell’Associazione Arma Aeronautica, a favore di tre ospedali pediatrici nazionali: il “Giannina Gaslini” di Genova, il “Bambino Gesù” di Roma ed il “Santobono Pausilipon” di Napoli.

Le donazioni, su indicazione delle stesse strutture ospedaliere, hanno garantito l’approvvigionamento di attrezzature medicali e pediatriche di urgente necessità, nonché il supporto a famiglie bisognose di un particolare aiuto nei lunghi periodi di ospedalizzazione dei piccoli pazienti.

In particolare, con le somme raccolte è stato possibile acquisire:
 
Ospedale “Giannina Gaslini” di Genova:
-    una colonna laparoscopica 4K per uso interdisciplinare pediatrico “Olympus” che verrà primariamente utilizzata dall’U.O.C. di chirurgia per interventi mini-invasivi in chirurgia nonché in ortopedia (interventi di scoliosi), neurochirurgia (base cranica), otorinolaringoiatria (cavità nasali) già in servizio presso il nosocomio;
-    un ecografo 3D per ecografie pre-natali di prossima acquisizione.
 
Ospedale “Bambino Gesù” di Roma:
-    un sistema di monitoraggio neurofisiologico intraoperatorio “Cadwell II Cascade Iomax” (IOM) e un ablatore ad ultrasuoni “CUSA® Clarity” per il trattamento dei tumori maligni e benigni già in servizio presso il nosocomio;
-    “Progetto di Accoglienza”, finanziamento da destinare alle famiglie che necessitano di aiuto durante i lunghi periodi di ospedalizzazione dei propri figli per garantire 2.400 notti gratuite a partire da gennaio 2022.
 
Ospedale “Santobono Pausilipon” di Napoli:
-    un sistema radiografico ad Arco a C “Ziehm Vision RFD” portatile per l’esecuzione di indagini radiografiche durante gli interventi chirurgici già in servizio presso il nosocomio;
-    un sistema ad ultrasuoni compatto ad alte prestazioni “Siemens Juniper Base Configuration” di prossima acquisizione.

rheinmetal defence