Associazione Arma Aeronautica: il generale Giulio Mainini è il nuovo presidente

(di Aeronautica Militare)
18/06/20

Oggi nella Sala della 1ª Trasvolata Atlantica, sala storica di Palazzo Aeronautica a Roma, si è svolto l'avvicendamento nell'incarico di presidente dell'Associazione Arma Aeronautica tra il generale di squadra aerea (r) Giovanni Sciandra ed il generale di squadra aerea (r) Giulio Mainini. Alla cerimonia, avvenuta alla presenza del capo di stato maggiore dell'Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Alberto Rosso, ha partecipato una ristretta rappresentanza della Forza Armata e dell'Associazione Arma Aeronautica, come previsto dalle norme di contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.

Il gen. Sciandra, dopo 8 anni alla guida dell'Associazione Arma Aeronautica , ha ripercorso i momenti salienti del suo mandato, sottolineando come, "tra le innumerevoli attività svolte, che sarebbe impossibile elencare singolarmente, quella di conservare e diffondere il patrimonio culturale dell'Aeronautica Militare è stata senza dubbio la più importante, portata avanti con l'impegno di tutti i soci".

Ha poi ringraziato il capo di stato maggiore dell'Aeronautica Militare per aver consentito che la cerimonia di avvicendamento si svolgesse presso Palazzo AM e per aver sempre tenuto in alta considerazione tutti i soci dell'Associazione Arma Aeronautica, considerandoli non come degli ex bensì come appartenenti a tutti gli effetti alla Forza Armata.

"Tutti noi siamo ambasciatori dei valori dell'Arma Azzurraha concluso - abbiamo il compito di far conoscere quanto e come opera l'Aeronautica Militare per la sicurezza dei cieli, di accrescerne il prestigio e il suo buon nome."

"Caro Giulio, a te vanno i miei più sentiti auguri di buon lavoro, sono certo che sotto il tuo comando l'Associazione saprà assolvere sempre meglio gli scopi che si propone e conseguire sempre più ambiti e meritati successi".

Il gen. Mainini, a sua volta, ha espresso la propria gratitudine al Gen. Rosso per aver ospitato la cerimonia e aver concesso al presidente uscente e subentrante di salutare la bandiera di Guerra dell'Aeronautica Militare; prendendo la parola ha detto: "Oggi inizia per me una nuova avventura e se l'emergenza epidemiologica che ha colpito così duramente il nostro Paese negli ultimi mesi ha necessariamente cancellato molti degli eventi che erano stati programmati, posso garantire che i prossimi impegni per gli uomini e le donne dell'Associazione saranno molteplici, primo tra tutti per importanza le celebrazioni per i 100 anni dell'Aeronautica Militare."

"Ricordo perfettamente il contributo che i soci dell'Associazione hanno offerto in occasione delle celebrazioni del 75° anniversario AM" ha aggiunto a margine del suo intervento "un apporto determinante nell'organizzazione dei grandi eventi, una collaborazione fruttuosa che, sin da oggi, mi impegno personalmente a rinnovare per il prossimo centenario, nel 2023, della nostra Forza Armata."

Il generale Alberto Rosso, nel sottolineare l'estrema importanza del ruolo svolto dall'Associazione Arma Aeronautica, soprattutto nel promuovere le tradizioni, la storia e i valori dell'Aeronautica ha ringraziato il gen. Sciandra per "l'intenso lavoro svolto in questi ultimi otto anni e per i brillanti risultati ottenuti in diversi settori" e ha rivolto i migliori auguri di buon lavoro al gen. Mainini per "questo nuovo incarico di responsabilità che lo attende, soprattutto per il periodo ricco di impegni che si prospetta".

"L'elezione del presidente è avvenuta quasi all'unanimità" ha concluso il capo di stato maggiore dell'Aeronautica "questo rappresenta senz'altro il segnale più evidente della grande coesione di tutti i soci, della fiducia nel nuovo presidente e della continuità d'azione dell'Associazione".

Il generale s.a. Giulio Mainini è nato a Galliate (NO) il 7 aprile 1945 ed ha frequentato l'Accademia Aeronautica dal 1964 al 1967 quale allievo pilota del Corso "Centauro III". Dopo aver svolto l'incarico di comandante dell'Accademia Aeronautica, nel periodo 2004-2007 il gen. Mainini è stato il comandante la squadra aerea, in Roma; nello stesso periodo ha ricoperto l'incarico di presidente del Consiglio Superiore delle Forze Armate. Successivamente ha lasciato il servizio attivo per raggiunti limiti di età.

L'A.A.A. è un sodalizio aperto a tutte le "genti dell'aria", militari e civili, di ogni ruolo, grado ed età, in congedo ed in attività di servizio, simpatizzanti dello sport aeronautico e del progresso del volo, al di fuori e al di sopra di ogni ideologia politica e nel rispetto di ogni concezione religiosa. Venne fondata a Torino il 29 febbraio 1952 con lo scopo di preservare e tramandare la cultura aeronautica italiana ed i valori della Forza Armata. Eletta ente morale con il DPR n. 575 del 1955, ha la sua sede nazionale a Roma.