“Accreditamento NATO”, nuovo traguardo per la SAC

09/12/14

Si è positivamente conclusa, dopo tre giorni, la fase di valutazione da parte di un team di certificatori provenienti dall’Allied Air Command (AIRCOM) di Ramstein (Germania) che hanno testato le capacità del sistema di simulazione impiegato nell’ambito del programma nazionale di addestramento per Forward Air Controllers (FAC) e le competenze del team di esperti in materia della Scuola di Aero Cooperazione (SAC).

Durante le prove, il team NATO ha esaminato e testato le capacità e le potenzialità espresse dal simulatore della Scuola, in termini di realismo, immersione, qualità degli scenari, integrazione con le risorse umane e fedeltà tecnica, in accordo con quanto imposto dalla normativa NATO di riferimento.

I valutatori hanno apprezzato le capacità di pianificazione e condotta di missioni di Close Air Support virtuali complesse che prevedono anche l’impiego di sistemi ed equipaggiamenti reali necessari per il puntamento, il marcamento e la designazione di bersagli.

La capacità, oggi “certificata”, di implementare scenari virtuali complessi consente, in definitiva, una significativa riduzione dei costi connessi all’addestramento del personale FAC.

La Scuola di Aerocooperazione è l’Istituto militare interforze di formazione specialistica e valenza tecnico-operativa nel campo dell’interpretazione di immagini telerilevate (aeree e satellitari) ed in quello della cooperazione aeroterrestre e aeronavale. I corsi svolti presso la Scuola di Aerocooperazione sono aperti, oltre che al personale militare delle forze armate, anche a personale esterno all’amministrazione della Difesa ed al personale militare della NATO e dei Paesi partecipanti al programma internazionale di Partenariato per la Pace (PfP - Partnership for Peace).

Fonte: Scuola di Aerocoperazione - Guidonia (Rm) - 1 m.llo Virginio Salvatori

rheinmetal defence