1° raduno armieri all'XI deposito di Orte

19/06/14

Lunedì, presso la sede dell'XI deposito centrale A.M. di Orte, si è svolto il 1° raduno personale "Armieri" dell'Aeronautica Militare.

L'appuntamento è teso a rinsaldare e a mantenere elevati i rapporti e lo "spirito aeronautico" fra i militari specialisti attualmente in servizio e non, di ogni ordine e grado, e a ripercorrere le differenti esperienze professionali di ciascuno partecipando, nella circostanza, all'illustrazione dell'evoluzione dell'Aeronautica Militare nel settore. L'evento è stato patrocinato dalla provincia di Viterbo e dal comune di Orte che hanno aderito all'iniziativa attraverso la promozione culturale e turistica del territorio locale.

Alla manifestazione, alla quale ha presenziato il comandante la 2^ divisione del comando logistico, generale ispettore Pierluigi Ciardelli, accolto dal comandante del deposito, colonnello Domenico Catania, hanno partecipato circa 300 radunisti fra ufficiali e sottufficiali provenienti da molti reparti della forza armata, la cui partecipazione è avvenuta nel rispetto delle norme sull'organizzazione e sullo svolgimento dei raduni, diverse aziende specializzate con rapporti di collaborazione con l'A.M. per la fornitura di materiali speciali e numerose autorità militari di F.A. oltre ad altre preminenti autorità militari e civili del territorio.

Il raduno ha avuto inizio con un indirizzo di benvenuto ai partecipanti e alle autorità da parte del colonnello Catania e proseguito con la cerimonia dell'alzabandiera solenne presso il piazzale bandiera. Al termine, è seguito un breve intervento di saluto da parte del comandante della 2^ divisione, generale ispettore Pierluigi Ciardelli che, tra l'altro, ha ricordato molti specialisti deceduti in attività di servizio e quanti coloro che ci hanno preceduto in armi e che hanno perso la vita nei diversi conflitti bellici e non nell'assolvimento dei propri doveri. Successivamente, il generale ha quindi tagliato un nastro tricolore a simboleggiare l'inaugurazione e l'avvio della manifestazione.

Durante l'incontro, curato dal servizio gestione materiale armamento, sono stati presentati diversi e significativi eventi rievocativi della vita in A.M. dell'armiere a partire da una mostra fotografica intitolata "memorie e sentimenti di un armiere",  dall'illustrazione di una mostra storica di vecchie dotazioni A.M., alla presentazione del principale materiale di armamento aereo e terrestre, compreso quello EOR/EOD, gestito e custodito dal reparto per proseguire all'evoluzione tecnica nel settore di interesse a cura di ditte specializzate che intrattengono rapporti commerciali con la forza armata. Per concludere, infine, sono state organizzate alcune gare di tiro con il sistema FAT'S e con armi ad aria compressa e relativa premiazione dei migliori partecipanti alla simbolica competizione sportiva.

Nel corso del raduno, poi, sono stati visitati anche alcuni padiglioni allestiti dagli enti patrocinanti l'evento che hanno promosso il patrimonio culturale, paesaggistico e turistico del territorio locale. Per celebrare l'evento, è stato emesso anche un annullo postale commemorativo del 1° raduno armieri.

Nel corso della manifestazione la croce rossa italiana della sezione di Orte, invitata per l'occasione del raduno, ha simulato due esercitazioni di intervento di primo soccorso medico a persona colpita da arma da fuoco.

A margine dell'incontro è stata allestita anche una mostra pittorica d'arte aeronautica e spaziale promossa dall'artista autodidatta Ercole Furia, appassionato di volo e di vita aeronautica.

Al termine del raduno tutti i partecipanti hanno espresso al colonnello Catania, ed all'intero personale del deposito, un vivo e sentito ringraziamento ed apprezzamento per l'organizzazione dell'evento. In occasione dell'incontro, sono stati consegnati a tutti i partecipanti degli oggetti ricordo con  la data ed il logo del raduno.

Nell'ambito del patrocinio del Comune di Orte si è tenuta nel pomeriggio una visita guidata di "Orte Sotterranea", un insieme di cuniculi, pozzi e grotte di origine etrusca per la raccolta e la distribuzione di acqua al primo insediamento urbano Ortano.

Fonte: XI Deposito Centrale - Orte (Vt) - ten. col. Flavio Filipponi