Giochi di distruzione d'Israele per i bambini palestinesi

13/11/14

La propaganda anti-israeliana nella Striscia di Gaza non ha limiti: appare nei libri di scuola, discorsi pubblici e programmi televisivi. L'ultimo esempio antisemita è un nuovo videogioco online dal titolo 'Liberazione della Palestina'. In questo nuovo videogame, i giocatori devono "sbarazzarsi degli insediamenti israeliani, comprare armi ed attuare scambi di prigionieri", così come spiegato nel quotidiano ufficiale di Hamas.

Il gioco insegna ai giocatori che i negoziati "non possono mai portare ad alcun risultato positivo e che il linguaggio delle armi è il più efficace con gli israeliani".

Continuano le pubblicazioni a cura dei servizi segreti israeliani sul modus operandi di Hamas, organizzazione terroristica che come obiettivo ha la cancellazione dello Stato di Israele. Oltre che con le armi, tra Israele ed i paesi che hanno giurato la sua eliminazione dalla cartina geografica, si combatte da anni una guerra a furia di pubblicazioni ed approfondimenti, mirati a screditare l’operato del governo in questione. Che Hamas sia un’organizzazione terroristica, non ci sono dubbi, considerando che è ritenuta tale anche dall’Unione Europea.

Secondo i programmatori, il gioco ha lo scopo di "rafforzare nei cuori degli utenti, sopratutto bambini, il desiderio nazionale di liberare la Palestina".

Nel gioco è possibile acquistare un certo numero di armi tra cui lanciagranate, fucili d'assalto AK-47 e razzi. Una cintura esplosiva può essere acquistata per compiesere attacchi suicidi. Aggiornamenti e punteggi ottenuti vengono condivisi sui social.

Commenti del tipo: "Venticinque insediamenti sionisti sono stati distrutti dall'utente X. Dio benedica il percorso che avete scelto" sono molto comuni sulla pagina Facebook del gioco.

Franco Iacch

rheinmetal defence