E se l'F-35 diventasse anche un caccia di sesta generazione?

08/02/15

Analysis of Alternatives (AOA) o Analisi della Alternative. E’ lo strumento utilizzato dalle Forze Armate degli Stati Uniti per analizzare preliminarmente le alternative per il caccia che andrà a sostituire l’F-22 Raptor e tutti gli altri velivoli di precedente generazione.

Sappiamo che gli studi sul caccia di sesta generazione sono già iniziati (leggi articolo), ma alcune proposte sono già sul tavolo del Pentagono.

La futura cellula del caccia di sesta generazione potrebbe basarsi su quella dell’F-35. Già, proprio il tanto criticato Joint Strike Fighter potrebbe un giorno sostituire l’F-22 Raptor, l’F-15C Eagle e gli F/A-18E /F Super Hornet. Tuttavia, la proposta non sarebbe stata accolta con entusiasmo dall’Air Force in quanto non reputa “ideale” sostituire l’F-22 (più veloce a capace di volare ad una quota nettamente maggiore) con il più lento e meno agile F-35.

Le “AOA” per la Marina sono iniziate lo scorso mese di gennaio, mentre l’Air Force avvierà l’analisi delle alternative a partire dal prossimo anno.

Il programma FX dell’Aeronautica americana mira a ricapitalizzare l’intera flotta da superiorità e dominio aereo, mentre il programma A-XX della Marina, dovrebbe produrre un sostituto del Super Hornet. Al di là dei futuri progetti, l’idea di modificare la cellula dell’F-35 ed utilizzarla come base per i futuri velivoli con e senza equipaggio, ha ottenuto qualche consenso anche se bisogna analizzare le diverse specifiche operative. I requisiti per le missioni svolte dall’Air Force e dalla US Navy richiedono soluzioni diverse, ma le esigenze dovranno confrontarsi con un budget che, molto probabilmente, consentirà di sviluppare soltanto una piattaforma per tutti i rami dell’esercito.

Le future disponibilità finanziarie, verosimilmente, costringeranno ad allineare tecnologia ed investimenti alle diverse capacità operative. In questo contesto, modificare una cellula (come quella dell’F-35) potrebbe far risparmiare tempo e tanto denaro, considerando il ruolo di superiorità aerea demandato all’Air Force (dopo la fine del Navy Advanced Tactical Fighter).

Speculazioni, al momento. Lockheed Martin continua a non fornire alcuna informazione sugli avanzati F-35 in via di sviluppo, riconoscendo però che tali progetti sono in corso.

Franco Iacch

(foto: US DoD)

rheinmetal defence