Finmeccanica partecipa a DSA 2014 (14-17 aprile, Kuala Lumpur)

11/04/14

Finmeccanica, attraverso le sue aziende AgustaWestland, Selex ES e OTO Melara, partecipa a DSA 2014 che si svolge a Kuala Lumpur, Malesia, dal 14 al 17 aprile.

Il Gruppo Finmeccanica vanta una presenza consolidata in Malesia con un ufficio di rappresentanza a Kuala Lumpur, due joint venture tra Selex ES e aziende locali e due società interamente controllate, AgustaWestland Malaysia e Ansaldo STS Malaysia.

AgustaWestland ha una forte presenza in Malesia e nel Sud-Est asiatico, con una sede regionale di AgustaWestland Malaysia Sdn Bhd a Kuala Lumpur operativa dal 2008 fondamentale per la crescita regionale della società. Fornitore di elicotteri militari/governativi della zona tra cui Super Lynx 300 in Malaysia e Thailandia, AW109 e AW109 LUH in Malesia e nelle Filippine, AgustaWestland ha più di 300 elicotteri in ordine tra Sud e il Nord-Est asiatico da parte di operatori governativi e commerciali.

Nel 2012, AgustaWestland ha stabilito a Kuala Lumpur un Training Centre con AW139 Full Flight Simulator (di proprietà PWN). Inoltre, la società sta costruendo due nuovi edifici al Malaysia Helicopter Centre all’aeroporto di Subang. A DSA 2014 l'azienda espone un mock-up dell’elicottero militare multiruolo di nuova generazione AW149 e presenta la sua gamma completa di modelli commerciali e governativi. Tra le principali aziende al mondo nel campo dell’Elettronica per la Difesa e la Sicurezza, Selex ES è in grado di rispondere ai complessi requisiti richiesti dal cliente malese fornendo una gamma completa di soluzioni per l’intero settore. Selex ES vanta una presenza ventennale nel Paese dove ha sviluppato le sue attività attraverso partnership con aziende locali e l’aggiudicazione di commesse sia nel settore civile che militare. Queste includono diversi sistemi per il controllo del traffico aereo per l’Aviazione Civile (DCA), sistemi radar per la difesa aerea per la Royal Malaysian Air Force (RMAF), sistemi navali per la Royal Malaysian Navy (RMN), supporto operativo ed equipaggiamenti di electronic warfare per la RMAF. Con l’obiettivo di assistere la Malesia nel costruire una capacità industriale sovrana, a DSA Selex EX propone le proprie soluzioni nel campo della gestione del traffico aereo, della movimentazione bagagli, dei sistemi di comunicazione per la difesa e la sicurezza; la soluzione Aeroporto Integrato, capace di aumentare l’efficienza e migliorare l’esperienza del passeggero; le soluzioni mobili per la sorveglianza costiera, che possono operare autonomamente o essere integrate nell’ambito di sistemi più ampi di gestione delle coste e dei porti; i sistemi di missione per la situational awareness e prodotti e sensori ISTAR per potenziare la capacità operativa dei veicoli terrestri. A Kuala Lumpur, la società espone inoltre: il radar navale KRONOS, il più avanzato radar AESA (Active Electronically Scanned Array) multifunzionale che consente, in modo simultaneo e automatico, di svolgere compiti di sorveglianza, tracciamento, valutazione della minaccia, controllo del fuoco contro minacce multiple; il sistema provato sul campo JANUS-N, la suite multi-sensore ad alte prestazioni per la sorveglianza e il monitoraggio navale; telecamere all’infrarosso Horizon HD, specificamente progettate per la sorveglianza a lungo raggio e la localizzazione degli obiettivi. A DSA, Selex ES, in qualità di fornitore di oltre il 60% dell’avionica e dei sensori principali del Typhoon, supporta le attività di promozione del programma Eurofighter. OTO Melara ha già fornito alla Royal Malaysian Navy 76/62 Super Rapid, Twin 40/70 e lanciarazzi installati sulle quattro corvette della classe Laksamana, e 76/62 Super Rapid, Single 30mm installati sulle sei imbarcazioni OPV classe Kedah. La società ha anche fornito alla Guardia Costiera malese le torrette Hitrole N da 12,7mm per imbarcazioni FIC (Fast Interceptor Crafts) e all’Esercito 200 obici da105/14. OTO Melara sta perseguendo l’opportunità di supportare due programmi della Royal Malaysian Navy fornendo l’armamento primario e secondario per il programma che prevede la sostituzione delle sei navi FAC (Fast Attack Craft) e la costruzione di due Fregate con l’opzione per ulteriori due. Inoltre, OTO Melara è interessata alla fornitura alla Guardia Costiera malese di torrette da 12,7 mm per il programma FIC riguardante 22 nuove imbarcazioni.

A DSA, OTO Melara espone Il sistema STRALES, l’evoluzione dell’artiglieria navale 76/62, che include un cannone navale da 76/62, la munizione guidata DART e un Sistema Guidante di Radio Frequenza con elettronica associata. Questo sistema è la più efficace risposta alle emergenti richieste per i cannoni navali di medio calibro, assicurando il più alto livello di letalità all’interno dei nuovi scenari di warfare sia nella difesa antiaerea che di superficie. Inoltre, la società espone la munizione guidata sottocalibrata DART. Seguendo un fascio di radio frequenza, la munizione guidata DART può modificare la propria traiettoria in volo, adattandola alla manovra del bersaglio. Il munizionamento DART è molto efficace contro missili manovranti ed anche contro bersagli navali di piccole dimensioni e molto manovrieri, situazione tipica dei conflitti asimmetrici attuali in cui barchini esplosivi dal costo limitato possono mettere a repentaglio la sicurezza di unità navali di notevoli dimensioni e valore economico. A DSA sarà in mostra anche la munizione Vulcano da 76 mm. Si tratta di un proiettile sottocalibrato con un raggio d’azione che arriva a superare i 40 km, circa il doppio rispetto a un 76 standard. La tecnologia del Vulcano è stata così trasferita anche al calibro più piccolo, incrementando le capacità del cannone da 76/62 in servizio con 56 Marine del mondo, con l’obiettivo di colpire il bersaglio con sempre maggior precisione, minimizzando il rischio di danni collaterali.

Fonte: Finmeccanica