COSMO-SkyMed: si consolida la collaborazione tra Italia e Polonia

(di Telespazio)
02/09/15

Thales Alenia Space e Telespazio hanno raggiunto un accordo con Teledife (Direzione Informatica, Telematica e Tecnologie Avanzate del Segretariato Generale del Ministero della Difesa italiano) per la fornitura al Ministero della Difesa polacco del segmento di terra (Polish Defence User Ground Segment - P-DUGS) per la ricezione e l’elaborazione di dati e prodotti dei satelliti italiani COSMO-SkyMed di prima e seconda generazione.

Il contratto è stato firmato da Thales Alenia Space Italia quale mandataria di un Raggruppamento Temporaneo d’Imprese (RTI) di cui fa parte Telespazio come mandante.
La partecipazione del Ministero della Difesa polacco al programma COSMO-SkyMed, col ruolo di “International defence partner”, rappresenta un importante traguardo per l'industria spaziale italiana.

Il contratto, del valore di circa 30 milioni di euro, è parte di un accordo sottoscritto nel 2012 dai due ministeri della difesa, italiano e polacco, per la cooperazione in materia di Osservazione della Terra. L’accordo prevede la partecipazione della Polonia al Programma COSMO-SkyMed di seconda generazione con una percentuale significativa, nonché la realizzazione in territorio polacco del relativo segmento utente. In questo contesto, Teledife svolge la funzione di agenzia contrattuale per conto del Ministero della Difesa polacco.
Il contratto prevede la fornitura del segmento di terra quale strumento di accesso polacco al sistema spaziale COSMO-SkyMed. Il P-DUGS sarà in grado di richiedere immagini, ricevere i dati satellitari e generare ed archiviare prodotti con diverso contenuto informativo. Il P-DUGS sarà dunque parte integrante dell’infrastruttura di terra del sistema COSMO-SkyMed in virtù delle caratteristiche di modularità ed espandibilità con cui questa è stata progettata e realizzata.
La fornitura avverrà in due fasi. Nella prima, attualmente prevista per fine 2016/inizio 2017, sarà assicurato l’accesso ai satelliti COSMO-SkyMed di prima generazione. Con la seconda fase, prevista tra fine 2017 e inizio 2019, l’accesso verrà esteso anche ai satelliti della seconda generazione.
Il contratto firmato oggi è il primo passo concreto di una cooperazione tra le difese italiana e polacca nel settore spaziale, e permette a Telespazio e Thales Alenia Space di rafforzare e consolidare la loro presenza in Polonia.

“Tale contratto conferma la capacità di Thales Alenia Space Italia di realizzare Sistemi Spaziali complessi come pure Satelliti allo stato dell’arte” ha dichiarato il SVP Massimo Di Lazzaro, Responsabile dei Programmi di Osservazione di Thales Alenia Space Italia.

(nella foto l'oasi di Kufra, nel sud-est della Libia)

rheinmetal defence