Golfo persico: una nave iraniana silura un cargo israeliano

(di Tiziano Ciocchetti)
28/02/21

Una fregata della Marina Militare iraniana, forse un’unità della classe Alvand, ha lanciato due siluri contro un cargo di proprietà di una società israeliana.

Il cargo Helios Ray batteva bandiera delle Bahamas e trasportava veicoli dall’Arabia Saudita verso Singapore. Attualmente è diretta verso il porto di Dubai per le riparazioni, in quanto i due siluri hanno provocato due squarci nello scafo sopra la linea di galleggiamento, senza comprometterne la galleggiabilità.

L’incidente – almeno questa è l’ipotesi più accreditata – è avvenuto il 26 febbraio scorso al largo delle coste dell’Oman. Potrebbe essersi trattato di un errore di valutazione del comandante dell’unità iraniana, che avrebbe scambiato il cargo per un altro bersaglio.

Tuttavia i vertici delle IDF accusano Teheran di aver volutamente colpito la nave israeliana, inoltre la Knesset, il Parlamento dello Stato di Israele, starebbe valutando la possibilità di eventuali ritorsioni.

L’Iran ha rifiutato il coinvolgimento del governo nell’accaduto, anche se il quotidiano iraniano Kayhan, molto vicino al presidente Khamenei, ha etichettato l’attacco al cargo come gesto di ritorsione per i recenti attacchi di Israele e degli USA contro basi iraniane in Siria e nello Yemen (tesi poco credibile data la bassa intensità dell’attacco della Marina iraniana).

Comunque sia, l’episodio potrebbe far salire ulteriormente la tensione tra i due paesi infatti, a gettare acqua sul fuoco, contribuiscono anche le affermazioni del presidente del Knesset Benny Gantz che ha dichiarato che Teheran sta cercando di colpire le infrastrutture e i cittadini israeliani.

Foto: web

rheinmetal defence