"Strade Sicure" a Roma: donna aggredita alla stazione metro "Furio Camillo"

(di Stato Maggiore Esercito)
11/06/16

Nella serata di ieri i militari dell'Esercito, impegnati nell'operazione "Strade Sicure" a Roma, sono intervenuti a difesa di una donna, in evidente difficoltà, che veniva ripetutamente aggredita fisicamente dal compagno.

Nello specifico, presso la stazione metropolitana "Furio Camillo", la pattuglia dell'Esercito veniva informata da alcuni utenti della metropolitana che all'interno della stazione era nato un acceso diverbio tra un uomo e una donna. Prontamente, i militari si portavano sul posto e, in un primo momento, frapponendosi fra i due, riuscivano ad far desistere il malintenzionato dai propri intenti. Questi, di corporatura molto robusta, iniziava ad inveire e minacciare i militari, riuscendo repentinamente a scappare e a trascinare all'interno di un vagone in transito la donna con cui stava litigando.

Con tempestività i militari allertavano la questura e i colleghi dell'Esercito in vigilanza nella stazione successiva di "Ponte Lungo", ove l'uomo manifestando ancora un comportamento molto aggressivo, scendeva insieme alla donna. Pertanto, il malintenzionato veniva immediatamente individuato e bloccato dai militari, coadiuvati da un agente della polizia di Stato della sala operativa della questura di Roma libero dal servizio e da un addetto alla sicurezza dell'ATAC.

L'aggressore veniva quindi consegnato per i successivi accertamenti di PG agli agenti delle volanti del commissariato San Giovanni, ove l'individuo veniva infine arrestato e deferito alla procura per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.