Cambio al vertice del Comando Genio

(di Stato Maggiore Esercito)
26/11/19

Si è svolta nei giorni scorsi, nella caserma “Ettore Rosso” di Roma, la cerimonia del cambio del comandante del Comando Genio tra il cedente, generale di brigata Francesco Bindi, e il subentrante generale di brigata Massimo Bendazzoli.

La cerimonia militare si è svolta alla presenza del comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, generale di corpo d’armata Giuseppenicola Tota e di numerose autorità civili e militari, tra i quali alcuni sindaci del centro Italia, a testimonianza del solido legame con l’Esercito Italiano e, in particolare, con l’Arma del Genio, sempre in prima linea nelle operazioni di soccorso e di supporto alle popolazioni colpite da eventi calamitosi.

Il generale Bindi, nel suo discorso di commiato, dopo aver ringraziato uomini e donne delle unità dipendenti per i brillanti risultati conseguiti, ha sottolineato quanto è stato fatto e tanto altro ci sarà da fare, "la carenza di risorse non è mai stata alibi al non fare, al girarsi dall'altra parte", trovando in tutti i genieri "sinceri amanti della Patria che sempre hanno risposto a quanto richiesto con disinteressato amore ed attaccamento istituzionale". Valori che hanno contraddistinto i genieri durante le recenti operazioni di pubbliche calamità, dove "tenaci, infaticabili e soprattutto modesti hanno esaltato la capacità della Forza Armata di cooperare con altri operatori civili nella gestione delle emergenze”.

Anche il comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, generale di corpo d’armata Giuseppenicola Tota ha rivolto un corale ringraziamento al personale del Genio: “la vostra professionalità, la vostra capacità di adeguarsi a compiti sempre nuovi, la precipua formazione, sono caratteri peculiari che vi hanno consentito di crescere a affermarvi quali formidabili assetti per la condotta di attività di alto profilo e che vi hanno resi e vi rendono strumento essenziale ed importantissimo in tutti gli scenari operativi che hanno visto impegnato il nostro Esercito”.

L'Arma del Genio è una pedina essenziale e versatile dell’Esercito Italiano, oltre all'impiego operativo nelle missioni internazionali, sono in grado d'intervenire nei casi di pubbliche calamità ed utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.