I nuovi droni terrestri da sorveglianza russi

22/04/14

Il “Taifun-M”, un nuovo robot russo progettato per sorvegliare e garantire la sicurezza negli impianti missilistici strategici, è stato mostrato per la prima volta in tutti i maggiori network del paese.

I robot da combattimento, gli unici della loro categoria, saranno utilizzati per garantire la sicurezza nei siti dei missili “Yars” e “Topol–M”. Potranno essere azionati a distanza tramite una connessione wireless sicura anche se si spera, in futuro, di dotarli di un’intelligenza artificiale.

I “Taifun-M”, equipaggiati con un sistema di puntamento laser e cannoncini, secondo il ministero della difesa russo saranno distribuiti in cinque siti entro la fine dell'anno, come parte di un programma di aggiornamento dei sistemi di sicurezza automatici esistenti.

I robot potranno svolgere missioni di ricognizione e pattugliamento, saranno in grado di individuare e distruggere bersagli fissi o in movimento e potranno fornire fuoco di supporto per il personale di sicurezza presso gli impianti missilistici.

Le piattaforme robotiche mobili giocano un ruolo sempre più importante nelle applicazioni militari, coadiuvando il personale nell’affrontare le sfide poste dalla crescente minaccia degli attacchi terroristici e riducendo al minimo il rischio di perdite umane.

Franco Iacch