Boeing e Safran annunciano il nuovo nome per la joint venture APU: Initium Aerospace

(di Boeing)
14/02/19

Boeing e Safran hanno annunciato oggi il nome della loro joint-venture al 50% per progettare, costruire e fornire assistenza alle Auxiliary Power Unit (APU): Initium Aerospace.

Dalle sue origini latine, initium significa “l'inizio” o “iniziare”. Questo è ciò che un’APU è e fa quando fornisce la potenza di avvio ai principali motori e ai sistemi aeronautici a terra e, se necessario, in volo. Initium Aerospace parte dalla conoscenza del cliente e degli aerei di Boeing e dall’esperienza di Safran nella progettazione e produzione di complessi sistemi di propulsione.

“Questo è un traguardo eccezionale, poiché riuniamo il meglio di entrambe le aziende per progettare e costruire una APU avanzata che creerà più valore per i nostri clienti”, ha dichiarato Stan Deal, Presidente e CEO di Boeing Global Services. “È inoltre un'ulteriore testimonianza del fatto che Boeing sta facendo investimenti strategici che rafforzano le nostre capacità verticali e continuano ad espandere il nostro portafoglio di servizi”.

La creazione di Initium Aerospace segue le approvazioni regolamentari e antitrust della joint venture ricevute lo scorso novembre, in seguito a un accordo raggiunto a giugno.

“Vorrei congratularmi con tutti coloro che, in Boeing e Safran hanno contribuito alla creazione di questa nuova joint venture”, ha dichiarato Philippe Petitcolin, CEO di Safran. “Initium Aerospace sta capitalizzando rapidamente la vasta esperienza di entrambi i partner per fornire APU all’avanguardia e soluzioni innovative ai clienti. Safran è orgogliosa e totalmente impegnata nel supportare la crescita di Boeing e le aspettative degli operatori. Non vediamo l’ora di presentare al mercato il primo motore demonstrator”.

Il team iniziale è composto da dipendenti delle due aziende ed è guidato da Etienne Boisseau, CEO di Initium Aerospace. Il lavoro iniziale è in corso a San Diego, in California, dove il team si concentra sul design delle APU di prossima generazione e collabora con i team di Boeing e Safran sull’ingegneria e la produzione.